Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
2 agosto 2011 2 02 /08 /agosto /2011 14:53

Utilizzate Windows XP e non avete la minima idea di come fare per installare il modem e connettervi a Internet? Seguite questa semplice guida passo dopo passo per scoprire come fare!

Installazione e configurazione del modem

Se non lo avete già installato, collegate il modem al computer. I modem esterni si collegano per mezzo di un normale cavo USB, da inserire sul retro del case o, se vi trovate più comodi e ne avete la possibilità, sul lato frontale; i modem interni, invece, si posizionano in un alloggiamento per unità PCI presente all'interno del case (non fatelo se non siete esperti, chiamate un tecnico o qualcuno che sia capace).

Aprite Start - Pannello di controllo - Opzioni modem e telefono. La finestra che si aprirà è un tutorial per installare correttamente un modem. Seguite le istruzioni riportate di seguito e leggete con attenzione quello che troverete scritto nelle varie finestre della guida di Windows XP.

Nella nuova finestra, cliccate sulla scheda "Modem", fate clic su "Avanti" e poi su "Aggiungi" per permettere il riconoscimento del dispositivo da parte del sistema operativo.

Individuate la cartella in cui sono presenti i driver (generalmente sono nel CD presente nella confezione del modem al momento dell'acquisto) se Windows XP ve lo richiede. Cliccate su "Avanti" per proseguire l'installazione e, al momento opportuno, riavviate il computer per terminare l'operazione. Quando accenderete il computer, sarete pronti per creare una nuova connessione a Internet dal Pannello di controllo e navigare in Internet.

In caso di problemi

Se il vostro sistema operativo non ha riconosciuto il modem, seguite la seguente procedura: - controllate di aver collegato bene il dispositivo al computer; se l'avete fatto, provate comunque a cambiare la porta USB di connessione e a ripetere l'intera procedura. Arrivati alla schermata in cui vi viene detto che Windows XP non ha individuato il modem, cliccate su "Avanti" e, nella finestra successiva, su "Disco driver". Individuate nuovamente il percorso dei driver (se il CD non ha funzionato, scaricate i driver più aggiornati dal sito Internet del produttore).

Ricordate, infine, che non tutti i modem esterni sono compatibili con tutti i computer: prima dell'acquisto, controllate sul retro della scatola che il vostro computer abbia tutti i requisiti tecnici necessari all'installazione, o che il modem sia compatibile con il sistema operativo che avete installato.

Cavo incrociato ethernet
Repost 0
30 luglio 2011 6 30 /07 /luglio /2011 01:04

In questo articolo troverete informazioni sulla stampa a caldo, la descrizione del procedimento di stampa su diverse superfici e la presentazione delle principali applicazioni di questo metodo di riproduzione di testo ed immagini. Leggete avanti per saperne di più!

Informazioni generali

La stampa con la pressa a caldo (o con strumenti analoghi) è un tipo di stampa diretta a bobina, ottenuta imprimendo l'elemento di contrasto su un supporto di vario genere mediante la prudente applicazione congiunta di pressione e calore. La temperatura deve sempre essere compresa tra 90 e 130 gradi centigradi per ottenere buoni risultati, mentre generalmente le matrici metalliche sono di ottone, acciaio, magnesio, oppure, in casi particolari come le copertine delle tesi di laurea, oro ed argento.

Nei prossimi paragrafi si parlerà, più che della stampa in rilievo d'oro a caldo, del funzionamento della macchina da stampa su carta termocromica (o termica) e delle varie applicazioni di questa tecnica.

Applicazioni della stampa a caldo su carta termocromica

Le stampanti termiche stampano più in fretta e più silenziosamente di altri strumenti che svolgono la stessa funzione, con costi doppi rispetto a quelli delle normali stampanti inkjet (dall'inglese ink jet, "a getto d'inchiostro").

Le applicazioni commerciali della stampa a caldo includono pompe di benzina, sistemi di pagamento in cassa, immagini delle slot machines, etichette per prodotti in vendita e nastri per la registrazione del battito cardiaco o delle informazioni vitali del feto negli ospedali. Nel 1998 è stata persino realizzata la Game Boy Printer, una stampante termica in grado di isolare e stampare alcuni elementi dai giochi del dispositivo portatile Game Boy; negli anni Novanta, in ogni modo, la stampa a caldo è stata soppiantata da quella più economica e pratica a getto d'inchiostro.

Meccanismo della stampa a caldo su carta termocromica

Una stampante termica è generalmente composta da:

  • una testina termica che genera calore e stampa su carta;

  • una lastra metallica di contrasto, che verrà impressa sul materiale scelto;

  • una molla che regola la pressione della testina termica sulla lastra di contrasto;

  • tavole di controllo per gestire il processo della stampa.

Per avviare le stampe dei film, è necessario posizionare la carta termosensitiva (precedentemente sagomata con un tagliacarte od uno strumento analogo che taglia le carte) tra la lastra metallica di contrasto e la testina termica; questo meccanismo, chiamato "sistema diretto" o "sistema termico", consente di attivare la carta termosensitiva in modo che attragga a sé il metallo della lastra di contrasto.

ZeitungsseitenStampante... d'epoca
Repost 0
24 luglio 2011 7 24 /07 /luglio /2011 22:51

Se usate molto il computer e negli ultimi anni non avete mai aperto il case, potrebbe essere il caso di farlo: in questo modo potrete non solo estrarre l'hard disk e montarlo su un altro pc (o collegarlo esternamente, ad esempio), ma anche pulire agevolmente l'interno. Serve davvero? Come fare?

L'accumulo di polvere e sporco nel computer determina guasti, scarso rendimento, blocco o iperventilazione della ventola, inquinamento acustico e fastidi alla testa e all'udito degli utenti (in un ufficio, questo può essere davvero deleterio).

Per procedere alla necessaria pulizia del case bisogna innanzitutto aprirlo: sul retro (da dove partono tutti i cavi) ci sono quattro dadi che tengono fermi i pannelli, ma vanno tolti solo i due che bloccano il pannello sinistro perché dietro il destro sono presenti i componenti vitali del computer. Ricordate di staccare tutti i fili, compreso il cavo di alimentazione.

Gli strumenti di cui avrete bisogno sono:

  • cacciavite a stella;

  • pennelli con setole morbide;

  • aspirapolvere;

  • panno morbido per la polvere (o straccio generico ben asciutto);

  • bomboletta d'aria compressa.

Da soli o con l'aiuto di una persona più esperta o pratica di voi, estraete tutti gli hard disk e smontate le ventole: le ventole sono tenute ferme da quattro viti ai vertici, mentre dal disco fisso vanno staccati il cavo dell'alimentazione ed il cavo dei dati (ci vuole un po' di forza, quindi tirate con energia). Se è la prima volta che vi dedicate a quest'operazione e non sapete bene come muovervi, non toccate altro! Per il momento è sufficiente pulire il disco fisso e gli altri componenti rimasti all'interno con il panno per la polvere e togliere lo sporco dalla ventola con un'abbondante passata di aria compressa.

Tirate fuori la polvere dal case con un grande pennello morbido o con le mani, se ci riuscite; pulite le rimanenze con l'apposito panno per la polvere e passate l'aspirapolvere sul pavimento per eliminare i "fiocchi" di polvere vaganti.

Per spolverare davvero tutti i componenti è necessario il sussidio di qualcuno che sappia farlo ed abbia una certa manualità, perché un principiante rischierebbe di provocare danni anche seri.

Buona pulizia!

Computer Mess
Repost 0