Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 luglio 2011 6 30 /07 /luglio /2011 01:04

In questo articolo troverete informazioni sulla stampa a caldo, la descrizione del procedimento di stampa su diverse superfici e la presentazione delle principali applicazioni di questo metodo di riproduzione di testo ed immagini. Leggete avanti per saperne di più!

Informazioni generali

La stampa con la pressa a caldo (o con strumenti analoghi) è un tipo di stampa diretta a bobina, ottenuta imprimendo l'elemento di contrasto su un supporto di vario genere mediante la prudente applicazione congiunta di pressione e calore. La temperatura deve sempre essere compresa tra 90 e 130 gradi centigradi per ottenere buoni risultati, mentre generalmente le matrici metalliche sono di ottone, acciaio, magnesio, oppure, in casi particolari come le copertine delle tesi di laurea, oro ed argento.

Nei prossimi paragrafi si parlerà, più che della stampa in rilievo d'oro a caldo, del funzionamento della macchina da stampa su carta termocromica (o termica) e delle varie applicazioni di questa tecnica.

Applicazioni della stampa a caldo su carta termocromica

Le stampanti termiche stampano più in fretta e più silenziosamente di altri strumenti che svolgono la stessa funzione, con costi doppi rispetto a quelli delle normali stampanti inkjet (dall'inglese ink jet, "a getto d'inchiostro").

Le applicazioni commerciali della stampa a caldo includono pompe di benzina, sistemi di pagamento in cassa, immagini delle slot machines, etichette per prodotti in vendita e nastri per la registrazione del battito cardiaco o delle informazioni vitali del feto negli ospedali. Nel 1998 è stata persino realizzata la Game Boy Printer, una stampante termica in grado di isolare e stampare alcuni elementi dai giochi del dispositivo portatile Game Boy; negli anni Novanta, in ogni modo, la stampa a caldo è stata soppiantata da quella più economica e pratica a getto d'inchiostro.

Meccanismo della stampa a caldo su carta termocromica

Una stampante termica è generalmente composta da:

  • una testina termica che genera calore e stampa su carta;

  • una lastra metallica di contrasto, che verrà impressa sul materiale scelto;

  • una molla che regola la pressione della testina termica sulla lastra di contrasto;

  • tavole di controllo per gestire il processo della stampa.

Per avviare le stampe dei film, è necessario posizionare la carta termosensitiva (precedentemente sagomata con un tagliacarte od uno strumento analogo che taglia le carte) tra la lastra metallica di contrasto e la testina termica; questo meccanismo, chiamato "sistema diretto" o "sistema termico", consente di attivare la carta termosensitiva in modo che attragga a sé il metallo della lastra di contrasto.

ZeitungsseitenStampante... d'epoca

Condividi post

Repost 0

commenti