Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 luglio 2011 7 17 /07 /luglio /2011 10:37

Questa guida vi spiega le operazioni più importanti da compiere per aprire un negozio di arredamento e, una volta ultimate le procedure burocratiche iniziali, per conquistare e conservare la clientela. Seguite le istruzioni e sarete pronti per dare inizio alla vostra attività commerciale.

Come iniziare?

Quello dell'arredo per la casa è un settore in crescita, sempre nuovo e molto vario; in ogni modo, sia che vi occupiate di un semplice negozio del "fai da te" o che vi dedichiate alla vendita di mobili pregiati, ci sono alcuni fattori di partenza da considerare. Innanzitutto, avrete bisogno di un buon capitale iniziale (circa un milione di euro, secondo dati raccolti nel 2011): poiché il mercato dell'arredamento ruota soprattutto intorno a pochi grandi nomi, dovrete avere la possibilità di offrire prodotti alternativi e di mantenere l'attività in periodi meno redditizi. Inoltre dovrete essere dotati di spirito imprenditoriale, conoscere persone che vi possano aiutare (banche, rappresentanti, fornitori, commercialisti, dipendenti, società esterne) e sapervi relazionare col pubblico in ogni situazione; un altro fattore che sicuramente giocherà a vostro vantaggio è l'ubicazione del negozio o del centro di esposizione, che darà i frutti migliori in zone trafficate o che si possano dotare di un ampio parcheggio.

Calcolate anche la metratura di cui avrete bisogno a seconda del tipo di beni che venderete: mediamente un negozio di mobili per la casa e cucine necessita come minimo di 500 o 600 metri quadrati per l'esposizione, a cui va aggiunto lo spazio del vostro ufficio per le vendite e le relazioni.

Proseguire l'attività

Dopo aver acquistato la vostra prima fornitura dovrete pubblicizzarvi il più possibile, sia su giornali locali che via Internet (potreste, se avete grandi progetti, realizzare un sito web); ricordate sempre di curare l'aspetto del vostro centro di esposizione e dare al cliente un'impressione di accoglienza e limpidezza nel servizio che offrite, in modo che si convinca della vostra qualità e torni per acquisti futuri. Non badate a spese nella realizzazione di cataloghi, mostre, promozioni, sconti per clienti affezionati e agevolazioni per giovani acquirenti: se avete davvero intenzione di entrare nel mare del commercio d'arredamento, dovete essere in grado di cavalcare l'onda e proporvi in modo fresco, giovane e positivo!

Un ultimo consiglio: se non siete specializzati in un solo genere di mobilio (cucina, camera da letto, camerette per bambini...), fate attenzione al tipo di richieste dei clienti e decidete, se necessario, quale parte della collezione arricchire e quale abbandonare nel corso del tempo.

ArredamentoCorridoio

Condividi post

Repost 0

commenti

negozi arredamento 05/11/2012 13:26

grazie per questi preziosi consigli!!