Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 agosto 2011 2 02 /08 /agosto /2011 15:12

In questo articolo troverete informazioni sul funzionamento degli anelli di tenuta, sui diversi tipi presenti in commercio e sulle varie caratteristiche tecniche. Scorrete in basso la pagina per saperne di più!

Caratteristiche ed utilizzo

Gli anelli di tenuta (di gomma ed altri materiali) per alberi meccanici sono guarnizioni a forma di anello composte di un'anima metallica, un labbro di tenuta in elastomero sintetico ed una molla a spirale in acciaio. La tenuta dinamica si ottiene per mezzo dell'interferenza tra il labbro in elastomero e l'albero: quest'ultimo, infatti, esercita sul labbro una forze dette "carichi radiali"; al termine del rodaggio, lo spigolo di tenuta diventa una superficie piana larga da 0,4 a 1,3 millimetri. Sotto la superficie piana del labbro viene a crearsi una sottile pellicola di fluido spessa da 1 a 3 micrometri, mantenuta verso l'esterno per capillarità da un menisco tra il labbro di tenuta e l'albero (aumentare lo spessore della pellicola significa aumentare anche la pressione del fluido e, dunque, rischiare la rottura del menisco).

Le condizioni di funzionamento degli anelli di tenuta dipendono da vari fattori:

  • temperatura: un aumento della temperatura determina l'abbassamento della vita media dell'anello; bisogna monitorare tanto la temperatura del fluido quanto il calore sviluppato per attrito tra lo spigolo di tenuta e l'albero;

  • pressione: generalmente gli anelli di tenuta sopportano pressioni non superiori a 0,3 bar, anche se possono essere prodotti modelli che lavorano a 7 bar di pressione;

  • velocità: questo parametro dipende dal diametro, dal materiale e dal numero di giri previsto;

  • lubrificazione: gli anelli di tenuta non possono funzionare a secco, perché il fluido serve allo scorrimento e al mantenimento della temperatura ottimale.

Tipologie di anelli di tenuta

Le tipologie in commercio prevedono anelli di tenuta:

  • di impiego universale;

  • con labbro parapolvere supplementare;

  • con parte metallica scoperta (per lavorazioni precise);

  • con copertura dello spessore metallico;

  • con doppia armatura metallica (per condizioni di lavoro difficili);

  • con inserto parzialmente ricoperto di gomma;

  • con gomma ondulata;

  • a due labbri e due molle;

  • per alta pressione (fino a 4-5 bar);

  • per alta pressione (fino a 100 bar);

  • con rigature in rilievo per rotazione destra, sinistra o bidirezionale;

  • compositi in gomma e poliuretano (anche a doppia tenuta per impieghi gravosi);

  • con metallo scoperto e labbro speciale (in caso di eccentricità dell'albero);

  • con doppio labbro, due molle e doppia armatura metallica;

  • con labbro semplice e doppia armatura metallica;

  • per lavatrici;

  • per forcelle a due labbri e due molle;

  • per forcella a due labbri con parapolvere;

  • per ammortizzatori;

  • di tenuta speciale con lubrificante a grasso interno per impieghi agricoli;

  • altri modelli.
Anelli di tenuta - Euro Bearings

Condividi post

Repost 0

commenti